Archetypal Branding: la comunicazione che usa gli archetipi di Jung – seconda parte

ruota archetipi della comunicazione

Oggi torniamo a parlare di archetipi!

In questa seconda parte, approfondiremo gli ultimi otto archetipi. Insieme a quelli della scorsa volta, clicca qui per leggere l’articolo precedente, ognuno di essi offre una prospettiva unica sulla nostra connessione con il mondo e con i marchi che ci circondano.

Da l’indomabile “Ribelle” a l’appassionato “Amante,” scoprirai come questi archetipi  ti sveleranno dei dettagli nascosti del mondo circostante, che grazie alla comunicazione persuasiva e coinvolgente che molti brand usano ti portano ad essere il loro target perfetto. 

Gli archetipi della comunicazione sono uno strumento potente, e capace di migliorare notevolmente la comunicazione, solo se usati con autenticità e sensibilità.

 

Da grandi poteri derivano sempre grandi responsabilità. Iniziamo! 

Il ribelle 

 A questo archetipo non piacciono le regole. Spesso è mosso dalla rabbia, che è l’elemento che lo porta all’azione. Deve portare avanti delle battaglie e deve fare la rivoluzione. I settori che si prestano a questa tipologia di archetipo sono l’automotive, la moda alternativa, attrezzi da lavoro. 

  • vogliono distruggere tutto quello che non va, per sè o la società 
  • la debolezza e l’incapacità non fa per loro 
  • vivono portando avanti la libertà radicale 
  • corrono il rischio di risultare cattivi o di commettere azioni illegali 

 

L’Harley Davidson è senza dubbio una ribelle, qui una delle loro pubblicità 

Il mago  

Il mago è colui che trasforma e che ha dei poteri. Trova soluzioni scientifiche, ma anche soprannaturali per creare qualcosa dal nulla. È guidato dal desiderio di trasformare la realtà attraverso l’uso di energie e stratagemmi. Questo archetipo è adatto per brand che operano nel settore dell’entertainment, bellezza, salute, benessere.

  • vuole realizzare i sogni degli altri 
  • teme conseguenze negative e gli imprevisti  
  • cerca di trovare sempre di trovare soluzioni vincenti 
  • potrebbe diventare un manipolatore 

 

Dyson, con il suo design non convenzionale e ultratecnologico, offre un’esperienza che supera la staticità dei classici elettrodomestici, queste caratteristiche lo rendono un mago a tutti gli effetti.  Eccone un esempio: 

L’angelo custode 

Compassionevole e altruista, cerca sempre di fare del bene per gli altri. Il suo target sono le famiglie, proponendosi come una guida e un supporto, specialmente nei momenti più difficili. I settori ideali per questo archetipo sono lo sviluppo della terza età, le associazioni no profit, la formazione e la salute.

  • questo archetipo cerca di proteggere gli altri dal male del mondo 
  • non sopporta l’egoismo e l’ingratitudine
  • è guidato dalla compassione e dalla generosità 
  • rischia di essere martirizzato e di rimanere intrappolato

 

Unicef è il brand Angelo Custode per eccellenza. 

Il creatore 

Creano cose che prima non esistevano, allo stesso tempo cercano la libertà e il controllo. Cercano di ispirare le persone ad essere creative e ad essere la migliore versione di se stesse. Come dice il suo nome, è l’archetipo legato al settore dell’arte, del design e del marketing. 

  • questo archetipo vuole creare valore attorno a se

  • ha paura della mediocrità

  • i suoi poteri  sono la creatività e l’immaginazione 

  • il suo punto debole è il perfezionismo 

 

La Lego è sicuramente uno dei brand di riferimento per l’archetipo del creatore! 

Il sovrano 

Come dice la parola si tratta di un leader nato. Ha il controllo e l’organizzazione di ogni sua azione. Il lusso per questo archetipo è l’accezione più importante, infatti è adatto per i brand di automotive, hotel, orologi e alta moda. 

  • vuole creare una community e un’azienda di successo 
  • il caos e la sconfitta lo terrorizzano 
  • si assume molte responsabilità 
  • rischia di essere troppo autoritario 

 

Ti ricorda nulla? Sì, la Rolex è una delle marche che caratterizzano maggiormente questo archetipo. 

Il burlone 

Con il burlone entriamo nel mondo degli archetipi del gruppo dell’appartenenza. Le sue caratteristiche: buffo, simpatico, spiritoso, si circonda di belle cose e schietto. È un intrattenitore naturale, grazie alla sua spensieratezza può dire agli altri le cose come stanno. questo tipo è adatto ai prodotti per l’infanzia, dolci, servizi professionali e beverage. 

  • vuole stare bene e far stare bene il mondo 
  • non vuole risultare noioso e annoiare
  • dona gioia 
  • con i suoi gesti può arrivare a rischiare la propria vita. 

 

M&M’s con le sue simpatiche pubblicità è sicuramente un burlone. 

L’amante 

Ricerca intimità, passione e piacere. Si sente speciale per gli altri, attraverso la sincerità e la passione cerca di costruire rapporti stabili. L’amore che riversa non è solo quello romantico, ma si adatta ad ogni tipo di contesto. Il settore dei viaggi, del food & wine, cosmetica e del lusso sono ideali per l’amante. 

  • il suo obiettivo è quello di stringere relazioni 
  • ha paura della solitudine, del rifiuto e di non essere amato
  • è appassionato, pieno di gratitudine e dedito alla sua causa  
  • corre il pericolo di perdere la propria identità per piacere agli altri

 

Tiffany rispecchia a pieno questo archetipo. 

L’uomo comune 

Questo è un archetipo ordinario, che ha come obiettivo quello di far sentire apprezzato e realizzato ogni essere umano per quello che è. Ama sentirsi parte di un gruppo, è genuino e simpatico e ha un grande senso del dovere. I settori per prodotti ad uso quotidiano, come la pulizia della casa, l’oggettistica e l’arredamento.

  • sentirsi parte di qualcosa è la sua principale ambizione 
  • non vuole rimanere solo e sentirsi diverso  
  • è molto realistico, empatico e modesto
  • non tollera l’indifferenza e il qualunquismo

 

Ikea fa parte dell’archetipo dell’uomo comune! 

Ormai lo avrete capito: gli archetipi sono così tanti e con così tante caratteristiche che si potrebbero inventare una marea di combinazioni vincenti.

Se usati nell’ambito della comunicazione, possono diventare uno strumento potente, che aiuta a comprendere come le persone comunicano e interagiscono con il mondo circostante. Sono simboli universali, che attraversano le culture dall’alba del tempo: saperli utilizzare in modo efficace può migliorare notevolmente la tua capacità di comunicare in modo persuasivo ed emotivamente coinvolgente. 

Ricordatevi sempre che avete una responsabilità verso il pubblico: è quindi importante utilizzare gli archetipi con autenticità e sensibilità.  

Restate sintonizzati, presto usciranno nuovi articoli! Trovi tutte le novità sui nostri social!

In questo articolo: